FESTE E ANIMALI

Ci avviciniamo alle festività natalizie e di fine anno, nell’impeto dei festeggiamenti, non dimentichiamoci dei nostri amici animali e teniamo presenti alcuni consigli pratici per non incorrere in eventuali spiacevoli inconvenienti.

I BOTTI DI FINE ANNO… rappresentano un vero incubo per i nostri amici cani e gatti, soprattutto i primi sono particolarmente sensibili a questi rumori improvvisi e violenti, e rischiano di essere colti dal panico reagendo con comportamenti istintivi, come ad esempio cercare di fuggire il più lontano possibile, esponendosi a seri rischi.
Evitiamo che questo accada: teniamo il nostro piccolo amico peloso (per il breve tempo necessario) in un luogo appartato e confortevole, se in casa, si consiglia di chiudere le tapparelle in modo da attutire i rumori, ma soprattutto evitiamo di tenerli chiusi in macchina in quanto possono assumere atteggiamenti distruttivi.
Qualora non basti, possiamo rivolgerci in anticipo al medico veterinario che potrà consigliare rimedi omeopatici, fitoterapici o farmaci in grado di limitare l’ansia.

OSSA, FRITTI, ECC… facciamo molta attenzione ai bocconcini rubati mentre si cucina o che, grazie ad una bella tavola più frequentemente imbandita si possono somministrare di nascosto con troppa generosità.
Vietatissime le ossa, retine degli arrosti, alimenti fritti, carne di maiale cruda, ecc. Sono potenziali pericoli che possono provocare tutta una serie di inconvenienti più o meno seri (vomito, diarrea, pancreatiti, ostruzioni intestinali).

L’ALBERO DI NATALE… presente nelle nostre case divenendo il simbolo più diffuso delle festività natalizie, può nascondere piccoli e grandi trabocchetti per i nostri quattro zampe che, attratti da palline colorate e fili illuminati, rischiano di rimanere folgorati o di andare incontro a gastriti o possibili ostruzioni intestinali in seguito all’assunzione di addobbi “poco digeribili”.

PIANTE PERICOLOSE… solitamente, durante le Feste alcune piante vengono portate in dono od acquistate per ornare la propria abitazione. Teniamo presente che l’ingestione di una quantità anche piccolissima, può avere un’azione tossica, tra le più conosciute troviamo: Stella di Natale, Aloe, Begonia, Calla, Ciclamino e Ficus. Per evitare pericoli teniamo le piante al di fuori della portata degli animali e ricordiamoci che, specialmente i cuccioli, mordono e giocano con qualsiasi oggetto abbiano a disposizione.

Ed infine: CIOCCOLATA? NO, GRAZIE… forse non tutti sanno che, in determinati quantitativi, può risultare nociva per il cane in quanto, questo alimento, pur essendo molto apprezzato dall’animale, contiene una particolare sostanza, la teobromina, responsabile di un’intossicazione che può causare problemi salutari anche seri.
Se vogliamo gratificarlo, facciamolo con snack, bocconcini, crocchette e quanto altro offre il mercato, abbiamo solo l’imbarazzo della scelta… ma sempre con parsimonia.